ATTENZIONE AI MAV PIRATA; NON PAGATE!

mav-pirata

 

GRAZIE A PAOLO VECCHIO: Se anche a voi è arrivato il MAV da Inarcassa con l’unica ed insoddisfacente informazione nella casuale “sanzioni integrativo”, simile a quello allegato a questo post, da pagare entro il 31.07.2014 ed avete già pagato entro il 30.06.2014 il MAV di “Regolarizzazione posizione previdenziale – Accertamento con adesione”, dovete sapere che l’ultimo MAV è un errore in quanto non è dovuto, poiché riguarda il precedente ed è come se fosse partito in automatico. Questo riscontro l’ho avuto consultando il mio commercialista ed altri colleghi della provincia di Frosinone e di Roma, i quali a loro volta hanno avuto le stesse risposte dai loro commercialisti, per cui non pagate, ma (se volete fare come noi) inviate una r.r.r. in cui esponete la questione ad Inarcassa con tutti gli estremi. A causa di questa anomalia, come vedo dai numerosi post e commenti recenti, un po’ tutti abbiamo provato a contattare Inarcassa tramite il numero 02 91979700 e scrivere un’e-mail ad “Inarcassa Risponde”, secondo quanto indicato nel sito, senza avere alcuna risposta, lasciandoci in balia di noi stessi e di queste ulteriori preoccupazioni generate senza alcuna logica. Domanda: a cosa serve Inarcassa gestita in questa maniera? Di sicuro non è utile ai propri iscritti, anzi genera problemi e preoccupazioni continue! Cosa aspettiamo a far cambiare rotta al NOSTRO ente di previdenza prima che ci annienti? Il primo strumento in nostro possesso e da non farci sfuggire credo che sia la scelta di nuovi delegati alle prossime elezioni ormai imminenti!