ELEZIONI INARCASSA – FASE 2 – 7,8,9 APRILE

Inizia la corsa al secondo turno delle elezioni del nuovo Consiglio dei Delegati Inarcassa.

7, 8 e 9 Aprile presso i seggi di competenza, per infrangere il tabù del quorum nelle grandi città.

 

Votano solo gli ARCHITETTI di:

Ascoli Piceno, Bergamo, Brescia, Cuneo, Genova, Milano, Padova, Perugia, Roma, Terni, Torino, Venezia

e gli INGEGNERI di:

Ascoli Piceno, Brescia, Cagliari, Cuneo, Firenze, Milano, Padova, Roma, Torino, Trento,

 

Chi ha già votato NON DEVE VOTARE DI NUOVO, chi non ha ancora votato può VOTARE ormai solo al seggio del notaio di competenza, perché non c’è più tempo per la raccomandata.

Molto buono il risultato di affluenza del primo turno, siamo però indietro nel numero dei votanti. Servirà tutto l’impegno dei tantissimi colleghi che non ritengono importante votare per cambiare le sorti della propria cassa.

Dobbiamo partecipare e rendere partecipi i nostri colleghi della possibilità di incidere positivamente su un problema che ora vi colpisce solo come contributi versati ogni anno, ma alla fine della carriera lavorativa colpirà come una scure le nostre pensioni!

Ora dobbiamo invertire il meccanismo che ci vede pagare a caro prezzo l’assenza di una riforma EQUA!

Ricordate che chi inizia oggi un percorso in Inarcassa, avrà alla pensione un tasso di sostituzione di circa il 35% rispetto al montante versato!


La battaglia è aperta contro i delegati attualmente in carica che sfruttano anni di lavoro sotterraneo nel costruire contatti, invece che di fervida attività per cambiare le regole della cassa. P
ortano al voto i loro votanti storici, scavano nelle loro rubriche per rimanere in sella e mantenere quelle piccole posizioni di potere.

In questo scenario si affacciano nuovi pretendenti, molti dei quali completamente disinteressati a realizzare un programma ma solo sedersi in un posto dove faranno pesare il loro voto a fronte di interessi personali.

 

Non rinunciate a cambiare le regole questa volta, la partecipazione è ancora lontana dall’essere condivisa e collegiale e c’è bisogno dell’aiuto e del supporto di tutti!