INARCASSA Open – parte 2

Asset Allocation

Si è trattato di votare la nuova asset allocation strategica di Inarcassa per il 2016.
Sulla base del bilancio Tecnico redatto dal prof. Gennaro Olivieri, attuario incaricato dalla Cassa, il risk manager, la società Mangusta Risk, incaricata sulla base di gara europea ad evidenza pubblica, elabora una serie di proposte di portafogli efficienti con rapporti profilo rischio/rendimento diversi su cui il delegato è chiamato a dare un giudizio di merito e votare.

Tra i diversi profili individuati dalla Mangusta Risk il CDA esprime ai Delegati una sua preferenza.

L’ obbiettivo di rendimento nominale lordo atteso del patrimonio per il 2016 nella proposta del
risk manager preferita dal Cda è del 4,6%.

L’Asset Allocation viene cosi distribuita:
Monetario 3.0%
Obbligazionario 39,0%
Azionario 23,0%
Investimenti reali 19,5%
Immobiliare 15,5%

Nella suddivisione rispetto all’anno scorso si abbassano in questa proposta gli Azionari e gli
Immobiliari a favore degli Obbligazionari e degli Investimenti reali.

 Nel merito:

Crediamo sia estremamente complesso per un delegato avere una cognizione adeguata sugli andamenti dei mercati per esprimere un voto consapevole sulla differenza che possa passare tra una asset allocation ed un’altra. Due punti percentuali tolti da una parte e messi dall’altra hanno poco significato per la maggior parte dei delegati che dovrebbe essere chiamato a compiere scelte di indirizzo politico e non di profilo tecnico.
D’altronde è il consiglio di Amministrazione in quanto tale a doversi assumere la responsabilità degli investimenti e dei relativi rendimenti del patrimonio Inarcassa e non certo il Comitato Nazionale Delegati.

 VOTI

Marco Lombardini…………..astenuto
Patrizia Stranieri…………….astenuto
Gianluigi D’Angelo…………contrario
Dario Bonanno………………favorevole

 

Ricordiamo che il resoconto del CND nella sua interezza, è disponibile a questo link: Open01