LETTERA AGLI ORDINI

E’ arrivato il periodo caldo per dare finalmente forza e concretezza alle nostre lamentele. Uno degli obiettivi imminenti sono le candidature dei delegati del CND (Comitato Nazionale dei Delegati) ad Ottobre. Li dobbiamo poi eleggere noi all’inizio del 2015. Saranno delegati a rappresentarci in Inarcassa. Rappresentarci! Perchè è ora che l’attuale situazione dirigenziale debba cambiare, svecchiare, per una cassa più rappresentativa di noi iscritti che percepiranno una pensione da fame. Per una cassa più trasparente ed equa, per far si di avere persone che abbiano più consapevolezza della situazione “qui fuori”.
Tante cose quindi sono e saranno da mettere in atto per iniziare ad essere partecipi della nostra cassa e per cambiare noi stessi l’attuale corso e questa riforma. E tante cose si stanno smuovendo.
Tra le azioni che abbiamo intrapreso noi di Inarcassa Insostenibile c’è l’invio di una lettera (che vi alleghiamo) rivolta a tutti i Presidenti degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, che abbiamo spedito nei giorni scorsi alle rispettive pec.
E’ una lettera per ribadire il malessere di noi iscritti, ma soprattutto per chiedere delle iniziative anche da parte degli Ordini! Affinchè non rimangano indifferenti di fronte alle gravi difficoltà vissute da noi iscritti. Chiediamo di lavorare, di concerto con tutti gli ordini, a un nuovo percorso che abbia come finalità la REVISIONE DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE e LA RIFORMA DELL’ISTITUTO PREVIDENZIALE INARCASSA.
Molti ordini si sono già mossi in questa direzione. Altri si stanno iniziando a muovere. Altri sono allineati con l’attuale dirigenza o con i delegati “allineati”. Per questo ed alla luce di questa lettera già inviata spetta ora a tutti noi iscritti farci sentire per ribadire il malessere. Dare seguito costante a questa situazione drammatica. Ogni canale è lecito. E dobbiamo lavorare in sinergia. Diamoci da fare in attesa

dei prossimi step

 

letteraordini