Mercoledì 11 Febbraio a LUCCA CONVENGO NAZIONALE INARCASSA INSOSTENIBILE

PROGETTO PER UNA SOSTENIBILITA’ SOCIALE  è il titolo del convegno nazionale organizzato da Inarcassa Insostenibile a Lido di Camaiore (LU). L’evento si pone in continuità con il convegno di Roma del 26 Gennatio scorso “RIFORMARE LA RIFORMA INARCASSA: OBIETTIVO POSSIBILE?“ e quello di Pescara dello scorso 6 Febbraio Il punto di partenza è sempre lo stesso: grazie anche alle analisi del Prof. Massimo Angrisani, massimo esperto a livello internazionale di Tecnica attuariale per la previdenza, nel Convegno di Roma è stato assodato un fatto: la Riforma 2012 non è stata la migliore delle riforme possibili […]

Domani Venerdì 6 Febbraio a Pescara Convegno Nazionale Inarcassa Insostenibile

LE RAGIONI DI UN PROGETTO è il titolo del convegno nazionale organizzato da Inarcassa Insostenibile a Pescara. L’evento si pone in continuità con il convegno di Roma del 26 Gennatio scorso “RIFORMARE LA RIFORMA INARCASSA: OBIETTIVO POSSIBILE?“. Grazie anche alle analisi del Prof. Massimo Angrisani, massimo esperto a livello internazionale di Tecnica attuariale per la previdenza, nel Convegno di Roma è stato assodato un fatto: la Riforma 2012 non è stata la migliore delle riforme possibili come fino ad ora ci era stato detto dai vertici Inarcassa, anzi ci sono ampi margini di miglioramento. Un […]

SIAMO AD UNA SVOLTA: POSSIAMO RISCRIVERE LA RIFORMA 2012 – VIDEO

Sintesi della tavola rotonda “Inarcassa e la sostenibilità sociale del sistema contributivo. Riformare la Riforma del 2012: un obiettivo possibile?” del 26 gennaio 2015 Video dell’intera diretta dell’evento disponibile a questo indirizzo: VIDEO Ormai un dato è certo: questa riforma del 2012 è da rivedere profondamente. La relazione del prof. Angrisani ha messo in evidenza le forti criticità di Inarcassa e come le azioni attuate con la riforma per essere efficaci devono essere applicate ad un sistema stabile definito “steady state” in cui il rapporto iscritti pensionati è stabile. Diversamente in Inarcassa abbiamo un’enorme onda […]