TENTATIVO DI GOLPE DELLA MURATORIO FALLITO: LA GRANITICA MAGGIORANZA MURATORIANA VACILLA DI FRONTE ALLA RICHIESTA DI ABROGAZIONE DELLE ASSEMBLEE PROVINCIALI

Nel corso del CND di ieri sono stati approvati diversi emendamenti. Indiscrezioni confermate da diversi delegati riportano il miracolo del tasso di capitalizzazione: è stato approvato un aumento dal 1,5% attuale al 4,5% (per chi non sapesse cosa vuol dire sono disponibile a chiarimenti in privato) inoltre è stata approvata la norma che limita a tre il numero de mandati dei delegati, del CDA e della Presidenza, pare però che al riguardo l’emendamento sia solo propaganda perchè poco chiaro in quanto si dice di tre rielezioni consecutive, quindi in realtà definendo un limite molto amio pari ad 1+3 mandati per un massimo quindi di 20 anni!
Oltre a tutto questo la Presidente Muratorio avrebbe voluto cancellare il punto b) dell’arti. 8 dello Statuto, ovvero eliminare l’organo delle assemblee provinciali. La cancellazione di questo organo è stata scampata per pochissi voti, sembrerebbe meno di 10. Di fronte a questa volontà di sopprimere l’organo che per antonomasia rappresenta il volere democratico di noi iscritti, anche parte dei fedelissimi si è opposta. Ci piacerebbe sapere come elettori quali delegati hanno votto a favore dell’abrogazione delle assemblee provinciali, sarebbe molto utile soprattutto ora che siamo chiamati a decidere con consapevolezza i nostri delegati.